Local Marketing

By Aprile 15, 2020Uncategorized

Già da un po’ siamo approdati nell’era del Local Marketing. In un mondo in cui il web aveva promesso il tramonto dei negozi di quartiere soppiantati dalle vendite online e dagli ecommerce, i Local Business, cioè le aziende locali sono tornate a una nuova vita. Trainate dalla necessità intrinseca delle persone di stringere rapporti umani su cui poter contare intorno a loro, queste attività sono al centro della rivoluzione del marketing locale, basato sulla comunità e sulla vicinanza.

Sempre più spesso chi ha intenzione di acquistare qualcosa o di richiedere un servizio cerca su Google e nei motori di ricerca le informazioni di cui ha bisogno e vuole trovare una soluzione immediata e vicina. E’ qui che nasce il Local Marketing, parte dei servizi di Digital Marketing, che mette in relazione il livello Locale dell’offerta di prodotti e servizi con quello Globale della ricerca online.

Per i business locali, quindi è arrivata l’esigenza di trovare il proprio posto nel web per farsi rintracciare dai propri clienti e magari di ampliare la propria visibilità online per attrarne di nuovi.

Se non vi siete mai avvicinati al Local Marketing, questo articolo è per voi. Scopriremo insieme cos’è il Local Marketing e vi daremo qualche consiglio da Web Agency per mettere a punto una strategia di marketing a livello locale, rafforzando attività online e offline.

Una definizione di Local Marketing

Cos’è il Local Marketing? Il Local Marketing è l’insieme delle attività di marketing e comunicazione che un’azienda o un professionista mettono in pratica a livello locale con lo scopo di aumentare i clienti in negozio, aumentare le vendite e ampliare la rilevanza e l’importanza del brand.

In seguito alla crescita delle ricerche da mobile, per le imprese si sono aperte nuove possibilità di attrarre più clienti sfruttando la ricerca locale. Secondo recenti studi di settore, il Local marketing determina in modo significativo il coinvolgimento dei consumatori sul brand. Tuttavia, ancora troppe poche aziende colgono l’importanza del Local Marketing e non sono pronte ad investire sul cambiamento, con il rischio di restare indietro rispetto ai competitor italiani e internazionali, oltre al fatto di perdere nuova clientela potenziale.

Inoltre, una quantità sempre maggiore di dati, soprattutto da mobile, ci istruisce sulla customer journey del cliente a livello locale: cosa compra, quali abitudini ha, cosa gli piace. Informazioni che devono essere sfruttate.

I 6 consigli strategici per il Local Marketing

Il Local Marketing può davvero portare al successo la vostra attività locale sul territorio, basta considerare alcune semplici azioni che implementate nel modo giusto possono aiutarvi nella costruzione di una strategia di local marketing di base, per poi rivolgervi a degli esperti del Local Marketing che possano sviluppare per voi un serie di interventi più articolata che includa anche la Local SEO. Vediamo da dove iniziare con alcuni consigli strategici.

1. Iniziare dal “NAP” (Name, Address, Phone)

L’acronimo NAP descrive efficacemente le informazioni su cui dovete lavorare per la vostra attività locale in modo da essere rintracciabili: Nome, Indirizzo, Numero di telefono. Sono le prime informazioni che un utente vuole trovare nel momento in cui vi cerca online, quindi meglio mettere ben esposte sul sito e verificare che siano aggiornate sul sito come nei profili social legati al vostro business locale.

2. Creare un account Google My Business

Questa funzione di Google è appositamente creata per le aziende locali con sedi sul territorio. Grazie a questo profilo potrete geolocalizzare la vostra attività, descrivere i vostri servizi e dare informazioni agli utenti anche se non avete un sito web (anche se avere un sito web è indispensabile!). L’importante è svolgere correttamente la procedura e validare l’account.

3. Pensare tutto in funzione Mobile

Il Mobile rappresenta una vera risorsa per il Local Marketing perché segue l’utente in tutte le sue attività. Non esiste dunque che abbiate un sito non ottimizzato per Mobile, soprattutto dato che le ricerche degli utenti da smartphone hanno sorpassato quelle da desktop, né che non pensiate alle possibilità della geolocalizzazione per la vostra attività, come sconti, promozioni e iniziative per coinvolgere la clientela proprio mentre passa accanto a voi.

4. Andare a caccia di Recensioni

Per un’attività locale il passaparola è tutto e il consiglio di qualcuno di cui ci fidiamo fa la differenza. Uno dei mantra del Local Marketing è recensioni, recensioni, recensioni: monitorare costantemente ciò che gli utenti dicono di voi, ottenere più recensioni possibili e attivare tutti i canali e le piattaforme più utili a questo scopo, come le recensioni Google.

5. Attivare strategie di Local SEO

Avete mai sentito parlare di cos’è la SEO? La Search Engine Optimization è l’insieme delle tecniche che aiutano il posizionamento del vostro sito e che aumentano il traffico organico. La Local SEO è l’ottimizzazione dedicata ai business locali, i quali hanno bisogno di strategie che soddisfano esigenze specifiche quali abitudini dell’utente locale, cultura del luogo, conoscenza del luogo.

6. Usare la leva del Local Advertising

Essere presenti sul territorio potrebbe non essere sufficiente ad essere trovati. La pubblicità allora può aiutarvi. Il Local Advertising è come un volantino distribuito in zona: pubblicità che mira a un target profilato sul territorio e che si attiva in funzione della posizione degli utenti.

Ma non finisce qui. Per un local marketing che funziona davvero  serve un sapiente mix di competenze tecniche e competenze creative come le attività sui social, il coinvolgimento della comunità e l’innovazione di cui torneremo a parlare.

Leave a Reply

Blog